Tuesday, February 28, 2006

I canti profani in latino

Durante l'alto Medioevo la maggior parte della musica venne impiegata nelle manifestazioni come i giochi e gli spettacoli dei mimi e dei giullari. Di queste musiche, però, non ci è pervenuto niente. Si conservano, invece, alcuni canti profani in latino dei secoli IX e X in notazione neumatica. I più noti sono: Il “canto delle scolte modenesi”, il “Planctus Karoli” e “O Roma Nobilis”. Nei secoli XI-XIII si diffusero anche i canti dei goliardi, studenti nomadi in Francia, in Inghilterra e in Germania. Questi canti trattavano temi come l'amore, il vino e la natura. La raccolta più nota è un'antologia di 50 canti noti come i Carmina Burana perchè conservati nell'abbazia di Benediktbeuren.

0 Comments:

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home