Saturday, February 18, 2006

Le notazioni mensurali

-LA NOTAZIONE FRANCONIANA: L'atto di nascita della moderna notazione ritmica è costituito dal trattato Ars cantus mensurabilis (1260) di Francone di Colonia (da qui notazione franconiana) in cui si ha il superamento della teoria modale e in cui vengono introdotti due nuovi valori metrici (la duplex longa e la semibrevis). Tra i valori ricordiamo la longa perfecta (3 breves), imperfecta (2 breves) e duplex longa. Un valore era detto perfecto quando era divisibile per 3, il numero perfetto. La suddivisione ternaria dei valori prevalse fino all'inizio del secolo XIV.

-LA NOTAZIONE DELL'ARS NOVA FRANCESE: All'inizio del XIV secolo in Francia venne introdotto un nuovo valore: la semibrevis minima o minima. In questo periodo la suddivisione dei valori prese il nome di modus, tempus e prolatio. La notazione franconiana, i cui principi furono esposti da Philippe de Vitry, fu usata nelle composizioni di Guillaume.

-LA NOTAZIONE DELL'ARS NOVA ITALIANA: La notazione in uso in Italia nel Trecento non sembra discendere direttamente da altre, come nel caso della Francia. Alcuni ritengono che derivi da quella di Petrus de Cruce. Le figurazioni di questa notazione erano sei: la maxima, la longa, la brevis (l'unità di base), la semibrevis, la minima e la semiminima.

1 Comments:

At 7:37 AM, Anonymous Slots Strategy said...

What phrase... super, remarkable idea

 

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home